I vini Murva

I vini sono delle finestre sulle vigne. Attraverso ciscun vino si può vedere con assoluta fedeltà ciò che generosamente la vigna riesce a dare. Come accade questo? Minor interventismo. L’uomo decide ben poco. Dopo aver scelto il luogo dove coltivare e la cultivar, deve solo rispettare la volontà della natura e lasciarla esprimere. Per questo i nostri vini possono essere definiti vini naturali. La presenza quotidiana in vigna è condizione necessaria per comprendere ciò che la vigna necessita, potatura, scacchiatura, nutrizione a base di letame naturale o letame pellettato, nient’altro. Inerbimento totale e gestione del cotico erboso spontaneo che viene trinciato o sfalciato. Nessun diserbo. I terrereni sono così ricchi di Humus e sostanza organica, ricchi di insetti e di vita. Difesa contro le avversità patogene a zero impatto per il vignaiolo, per la natura e per il consumatore. Nessun intervento sui vini in vinificazione, semplice ed assoluta conservazione, che deve passare attraverso il lungo periodo sur lies e la non filtrazione. Affinamento di ulteriori 12 mesi in bottiglia per raggiungere l’equilibrio sensoriale e ridurre il livello già molto basso di anidride solforosa.

Teolis

Sauvignon blanc

Scheda tecnica (pdf)

Paladis

Chardonnay

Scheda tecnica (pdf)

Melaris

Malvasia istriana

Scheda tecnica (pdf)

Murellis

Refosco dal peduncolo rosso

Scheda tecnica (pdf)

Monuments

Chardonnay

Scheda tecnica (pdf)

Corvatis

Sauvignon blanc

Scheda tecnica (pdf)

Refosco

Refosco dal peduncolo rosso

Scheda tecnica (pdf)

Viarsa

Viarsa

Scheda tecnica (pdf)

Murva

Pinot nero